fbpx
Ricette

Vellutata di finocchi e cannellini

L’inverno per me è tempo di zuppe e vellutate, di brodi caldi, una panacea per combattere il freddo e proteggere l’organismo dai malanni di stagione.

Quest’anno amo sperimentare le vellutate…a modo mio! 

Una delle mie verdure preferite è il finocchio: ottimo per il fegato, depurativo e drenante.


Abbinato alla delicatezza dei cannellini rende la mia vellutata:

  • gustosa
  • cremosa
  • nutriente

Ma leggera perché: senza burro, latte o panna, senza soffriggere l’olio

Ingredienti per la vellutata di finocchi e cannellini

Dosi per 3 persone

  • 1 porro
  • 1 finocchio
  • 1 vasetto di cannellini cotti in vetro (300 gr circa)
  • sale grosso a piacere
Per servire:
 

Procedimento

Inizia lavando le verdure.

Per il porro: elimina la barbetta in fondo e qualche cm della parte verde.

Dividi il porro in tre parti ed ognuna a metà per il lungo.

Immergi i pezzi così tagliati in una boule piena di acqua fredda per circa 15-20 minuti in modo che “spurghino” da soli la terra.

Puoi trovare la spiegazione passo passo su come pulire i porri nel mio articolo.

Per il finocchio: elimina la parte verde dei gambi.

Lava bene il finocchio sotto acqua corrente. Taglia il finocchio a cubetti e tieni da parte.

Scola il porro lavato e taglialo a listarelle sottili. 

Mettilo in una pentola fonda con un cucchiaino di sale grosso e un po’ d’acqua.

A fiamma media cuoci il porro coperto fino a farlo appassire, mescolando di tanto in tanto perché non si attacchi. Eventualmente aggiungi qualche altro cucchiaio d’acqua.

Quando il porro è tenero, aggiungi i cubetti di finocchio e lasciali insaporire per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.

Aggiungi anche i cannellini (compresa la loro acqua di cottura) e mescola ancora. Versa acqua bollente fino a coprire le verdure. Regola di sale.

Cuoci coperto a fiamma medio-bassa per circa 15 minuti, comunque fino a quando i finocchi saranno teneri (prova la cottura con una forchetta).

Frulla il tutto con un frullatore, a immersione o normale, fino a renderlo una crema.

La vellutata di finocchi e cannellini è pronta!

Servila calda o tiepida con un filo d’olio di riso a crudo, una spolverata di gomasio e crostini di grano saraceno.

Avrai così un piatto completo, leggero, riscaldante.

Si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Francesca tori newsletter

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita: