fbpx
Movimento

Triangolo laterale: la posizione “magica” che aiuta la postura, la digestione e…

triangolo laterale

Il movimento fisico è un valido sostegno per il nostro benessere…

Al tempo stesso, però, è fondamentale una pratica adatta a noi ed eseguirla nel modo corretto.

Questo permette di riceverne i benefici ed evitare eventuali effetti collaterali.

Oggi il mio approfondimento sul movimento fisico dedica spazio ad una delle mie posizioni preferite:

Il triangolo laterale è quasi sempre presente sia nei miei allenamenti sia in quelli che guido ai miei allievi.

Perchè la posizione del triangolo laterale è così benefica?

Come eseguire la posizione del triangolo laterale passo passo:

1. In piedi, in posizione eretta, distanzia i piedi portandoli due volte larghi rispetto al bacino

2. Apri le braccia, distese e in linea con le spalle

3. Ruota il piede destro di 90 gradi a destra

4. Ruota leggermente il piede sinistro verso destra (circa 45 gradi)

5. Inclina il busto a destra e scendi con la mano destra sulla tibia destra

6. Porta il braccio sinistro verso il soffitto in continuità con il destro

7. Porta lo sguardo verso la mano in alto

8. Respira lentamente (5-10 respiri)

9. Torna in piedi ed esegui la posizione dall’altra parte

Consigli per eseguirla al meglio:

  • premi bene a terra con tutta la pianta dei piedi (dalle dita dei piedi al tallone)
  • attiva i muscoli addominali coordinando la respirazione (quando inspiri gonfi la pancia e “lasci” l’ombelico, quando espiri “risucchi” l’ombelico e contrai gli addominali)
  • attenzione a non iper-estendere le gambe per non forzare sulle ginocchia (sblocca le ginocchia e contrai i quadricipiti)

Come per ogni posizione o allenamento, è necessario però avere alcune accortezze per eseguirla nel modo più corretto e adatto alla tua condizione fisica

Soprattutto se non ti muovi da un po’ e hai qualche acciacco o dolore.

In questo caso, è bene adottare modifiche e varianti alla posizione “standard”.

Ecco alcune varianti che possono esserti utili:

– Se avverti dolore al collo non guardare in alto ma porta lo sguardo verso il piede a terra

– Se con il braccio in alto avverti dolore alla spalla o eccessiva rigidità lascia il braccio rilassato lungo il fianco

– Se avverti dolore alla schiena diminuisci l’inclinazione del busto (prova portando la mano sulla coscia anziché sulla tibia)

– Se hai molta rigidità sulla parte posteriore delle gambe, non forzare ma prova a piegare maggiormente le ginocchia

Trova sempre la variante adatta a te, tenendo in mente che l’obiettivo non è la posizione ma come ti senti nella posizione.

Devi poter respirare, non avvertire dolore, sentirti bene!
Questo è l’unico “segreto” per ottenere benefici ed evitare controindicazioni.
 
Non resta che iniziare per sperimentarli su di te!

E se desideri iniziare un percorso personalizzato e su misura per te per iniziare (o riprendere) a muoverti, riequilibrare la postura e la respirazione, migliorare il tuo stato di benessere…
 
Contattami per una consulenza! 

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment*

Name*

Website