fbpx

Newsletter 1 luglio 2020

Strumenti e attrezzi in cucina: come sceglierli e utilizzarli

Pentole e padelle:

– 2 o 3 pentole in acciaio inox di varie misure:
ti serviranno per cuocere pasta, cereali, legumi, per preparare brodi, zuppe e minestroni.

L’acciaio inox ha il vantaggio di non trattenere gli odori e di essere molto resistente.

bricco dell’acqua:
è molto utile per bollire acqua per infusi e tisane.
Ma anche per avere sempre acqua calda a disposizione da aggiungere alle tue preparazioni, se ne hanno bisogno.

padella antiaderente:
per saltare verdure a pezzetti, per preparare sughi in modo salutare.
Infatti ti permette di cuocere i cibi senza che si attacchino e senza aggiungere olio o altri grassi.

Porta attenzione quando la lavi (a mano e con la parte morbida della spugna), in modo che la parte antiaderente non si graffi.

griglia (io la preferisco antiaderente):
questa è “facoltativa” ma, se ti piace, è ottima per grigliare verdure, tofu…

Scaldala da vuota e, quando è ben calda, colloca gli ingredienti per coprire la superficie della griglia.

Ti consiglio di acquistare pentole e padelle di buona qualità.
Costano un po’ di più ma…
+ sono più sicuri
+ ti permettono di cucinare in modo leggero senza aggiungere grassi e senza che il cibo si attacchi
+ durano più a lungo

 

Coltelli, mestoli, piccoli utensili…:

– mestolo
utile per servire e “travasare” preparazioni liquide (come brodi, zuppe, frullati..)

– ramina
per servire e mescolare preparazioni asciutte (pasta, cereali..)

– 2-3 cucchiai in legno
per mescolare preparazioni mentre cuociono, soprattutto se stai utilizzando una padella antiaderente perché ti permettono di non graffiarla.

– 2-3 coltelli grandi
per tagliare verdure, pane, per tritare erbe aromatiche fresche o altri ingredienti “solidi”.

Le lame col calore tendono a perdere l’affilatura: ti consiglio di lavare i coltelli a mano e con acqua fredda, non in lavastoviglie!

– grattugia “mista”
che possa grattugiare finemente (per es. scorza di limone) o a julienne (per es. carote e zucchine)

– imbuto
indispensabile se devi travasare un composto liquido in una bottiglia dal collo stretto

– colino a maglie strette:
molto utile per sciacquare piccoli cereali e legumi senza “perderli”

– schiaccianoci:
le noci appena schiacciate sono molto più buone di quelle già sgusciate!
Ti consiglio di tenere uno schiaccianoci per sgusciare al momento le noci a gustarle croccanti e fresche. 

– pelapatate:
molto utile per sbucciare patate e carote. Personalmente preferisco sbucciarle col pelapatate perché è più veloce, pratico e la resa è migliore.

Come per i coltelli, per mantenere la lama affilata, ti consiglio di lavarlo a mano con acqua fredda! 

– forbici:
anche in cucina, non si può restare senza forbici!
Utili per aprire pacchetti e confezioni.
Io le utilizzo anche per pulire i
fagiolini e per spezzettare mandorle e frutta disidratata (fichi, albicocche) per i miei dolci!

Tieni un paio di forbici da utilizzare esclusivamente per la cucina.

– 2 presine/1 guantone:
fondamentali per non bruciarsi.
Per togliere dal forno teglie e stampi bollenti o per spostare pentole calde dai manici.

Ti consiglio di acquistarli o in stoffa o in silicone, ben resistenti.

– sottopentola:
qualsiasi materiale tu abbia come top o tavolo in cucina, è bene evitare un calore eccessivo e prolungato.
Il sottopentola ti permette di appoggiare pentole, padelle o teglie bollenti senza rovinare i tuoi piani di lavoro.

– frusta a mano:
molto utile per mescolare impasti semiliquidi che tendono a fare grumi (soprattutto quelli a base di farina).
Oppure per preparare la tua crema o besciamella vegetale mentre si addensa senza che si aggrumi.
La frusta ti aiuterà a rendere l’impasto liscio e omogeneo e quindi ad ottenere un ottimo risultato della tua ricetta!

– leccapentola:
ho sempre visto mia nonna e mia mamma pulire minuziosamente la boule con questo attrezzo quando preparavano l’impasto delle torte…fondamentale per non sprecare niente!
Io non ne faccio a meno.

Se lo devi acquistare, te lo consiglio in silicone.

 

 

Piccolo elettrodomestici:

– frullatore ad immersione:
Ottimo per ottenere creme, vellutate, salse, frullati ma anche per montare un’ottima maionese vegetale.
Comodo, veloce, pratico.
Occupa poco spazio ed è facile da pulire.

– mixer:
mentre il frullatore ti serve per preparazioni più liquide, il mixer ti è utile per sminuzzare ingredienti secchi/solidi.
Ti aiuta a tritare più o meno finemente la frutta secca (mandorle, nocciole…), semi, per preparare il
gomasio, per tritare le verdure del “soffritto”.

– caffettiera americana/tisaniera:
se bevi spesso tisane o non puoi fare a meno del sapore del caffè…
E desideri averli sempre pronti e caldi…
Te la consiglio vivamente!

Per le tisane: ti permette di utilizzare quelle sfuse, mettendole nel filtro, e di avere sempre una buona quantità di bevanda sempre pronta e alla giusta temperatura

Per il caffè: puoi prepararti un caffè più o meno “carico” che diventa una bevanda al caffè, drenante, dissetante, energizzante ma meno aggressiva sullo stomaco del classico espresso.

– estrattore:
ci ho pensato a lungo prima di acquistarlo perché…
E’ ingombrante, non è molto pratico da lavare, non è economico.

Tuttavia…dopo aver assaggiato gli estratti di frutta e verdura fresca, ho capito che rispetto ai succhi pronti appartengono ad un altro pianeta!
Non lo uso tutti i giorni ma in estate dissetarmi e rinfrescarmi con un estratto appena fatto con la frutta scelta è un “lusso”!

 

 

Per le preparazioni da forno:

Se mi segui da un po’ avrai potuto notare che preparo e condivido spesso ricette di preparazioni da forno.
Il mio obiettivo è di trovare soluzioni e valide alternative per chi, per scelta o per salute, deve evitare glutine, latticini, uova…
Ma desidera gustare preparazioni che appaghino la vista e il palato!

Quindi, se già sperimenti o vuoi iniziare a metterti alla prova con torte, crostate, muffin, plumcake dolci e salati…
Questi strumenti ti saranno fondamentali!

– stampo per muffin

– stampo da plumcake
 
– stampo rotondo

Se li devi acquistare, ti consiglio di sceglierli antiaderenti.

– teglia grande da forno (quelle che generalmente ti danno in dotazione con il forno)

 

 

Altri utensili:

– lavainsalata:
utile non solo e non tanto per lavare l’insalata, ma per asciugarla bene.
Se le foglie sono ben asciutte, si manterranno più a lungo.
In questo modo potrai conservarla in frigo per 2-3 giorni in un sacchetto e averla pronta e fresca all’occorrenza.

– scolapasta grande:
per scolare pasta, riso o altri cereali quando sono cotti.

Un consiglio: quando scoli nel lavello l’acqua bollente, apri il rubinetto dell’acqua fredda per abbassare la temperatura che va nello scarico!

– spremiagrumi:
per prepararti un succo fresco di pompelmo, bergamotto o limone.
Evitando i semi e la polpa.

– 1 o più taglieri (in legno, bamboo o silicone)
fondamentale per tagliare le verdure o tritare al coltello.
Io non uso prodotti animali e me ne basta uno (il mio preferito in bamboo).

Consiglio: se fai uso di carne o formaggi, per evitare contaminazioni e mantenere un alto livello di igiene è bene avere più taglieri e assegnare ad ognuno un ruolo specifico (uno per le verdure, uno per la carne…)

– piccolo matterello:
per spianare l’impasto di crostate, biscotti e crackers.

 

 

Nota finale:

Infine, come hai potuto vedere nelle mie ricette, uso molto spesso la cottura al vapore.
Per questo tipo di cottura, il mio “immancabile” è il forno a vapore.

Certamente occorre avere spazio e progettarlo già nella cucina:
– è un elettrodomestico
– ha bisogno di una sua spina di corrente elettrica
– occupa poco meno di un forno normale

Ecco i vantaggi:

+ permette di cuocere a vapore senza “occupare” i fornelli
+ cuoce contemporaneamente due vassoi (per esempio riso e verdure insieme)
+  all’interno è in acciaio inox e quindi è molto igienico e facile da pulire
+ ha anche altre funzioni che possono essere altrettanto utili (rigenerare/riscaldare i cibi in modo sano, scongelare, lievitare, sterilizzare i vasetti…)

Se non hai il forno a vapore, puoi sostituirlo con una pentola con cestelli per la cottura a vapore.