fbpx
Pillole

Legumi secchi: tutti i passaggi per cuocerli alla perfezione

legumi

I legumi sono sempre presenti nella mia dispensa: buoni, versatili e ottimi come fonte proteica vegetale.

Ora che è arrivato il freddo sono ideali da inserire, interi o frullati, in zuppe e minestroni, ma anche in condimenti per la pasta o il riso.

Per le “emergenze” ne tengo sempre qualche vasetto in vetro già cotti e pronti ma…

La cosa migliore è preparare quelli secchi.

Per chi non ha molto tempo e non si sente molto capace in cucina potrebbe sembrare un’impresa ardua ed estremamente lunga, invece…

Con qualche semplice accorgimento ed un pizzico di organizzazione cuocere i legumi secchi sarà pratico e facile! 

Oltre a soddisfare il gusto, perché sono davvero molto più buoni di quelli già pronti.

Oggi, nel mio articolo, ti spiego tutti i passaggi per prepararli, dall’inizio alla fine, per avere sempre pronti questi preziosi ingredienti e renderli protagonisti dei tuoi piatti!

1. Metti in ammollo i legumi secchi la sera prima e lasciali tutta la notte (10-12 ore)

Questa operazione serve per reidratarli e vale per tutti i legumi secchi integrali ad eccezione delle lenticchie (che possono essere cotte direttamente senza ammollo).

legumi

– Ammollo in acqua fredda

– La quantità di acqua è circa 2 volte il volume dei legumi

– Aggiungi 1 cucchiaino di aceto di mele nell’acqua di ammollo

2. Preparane in abbondanza (non solo la porzione che ti serve per il pasto)

L’ammollo e la cottura richiedono tempo indipendentemente dalla quantità dei legumi.

legumi

– Prepara tutta la confezione acquistata (di solito va da 300 g a 500 g)

– Una volta cotti, i legumi si conservano in frigo per 3-4 giorni

– Potrai utilizzarli nei giorni successivi variando ogni volta combinazione, consistenza e modalità di preparazione

3. Al mattino seguente sono pronti per la cottura

Li troverai più grandi perchè idratati e avranno assorbito parte dell’acqua di ammollo.

– Scolali e risciacquali

– Mettili in una ampia pentola (meglio acciaio inox) con acqua fredda (pulita, non la stessa di ammollo!)

– La quantità di acqua è circa 2 volte il volume dei legumi (oppure di più se li desideri più lenti e “brodosi”)

4. Per la fase di cottura aggiungi:

– una foglia di alloro

– un pezzetto (3-4 cm) di alga kombu

Aiuteranno a renderli più teneri e quindi anche più digeribili.

5. Prima fase della cottura: non abbandonarli!

Infatti quando l’acqua inizia a bollire crea una schiuma che può fuoriuscire dalla pentola.
Per evitarlo:

– Mettili sul fuoco iniziando a fiamma alta e coperti

– Controlla quando l’acqua sta per iniziare a bollire

– Prima che bolla forte, mescola e abbassa la fiamma

6. Seconda fase della cottura: cottura lenta e tu puoi dedicarti anche ad altro!

I legumi devono cuocere lentamente e lungamente ma possono farlo “da soli”.
Basta che li imposti e li controlli di tanto in tanto:

– Cuoci a fuoco medio-basso (devono sobbollire)

– Usa il coperchio per lasciare la pentola semi-coperta (in modo che il vapore sfiati un po’ e l’acqua non fuoriesca).
 
– Controlla e mescola di tanto in tanto (ogni 20-30 minuti).

– Il tempo di cottura varia a seconda del tipo di legume (da 30-40 minuti per le lenticchie a circa 2 ore per i ceci).
Leggi il tempo di cottura indicato sulla confezione ma comunque assaggia!
 

7. Una volta cotti spegni e chiudi completamente la pentola con il coperchio

– Aggiungi il sale solo alla fine (aggiungere il sale prima che la cottura sia ultimata renderà la buccia dura e indigesta).

– Lasciali nella loro acqua di cottura senza scolarli: l’acqua di cottura funge da “conservante” naturale per i legumi cotti.
Inoltre è ricca di proprietà e può essere utilizzata insieme ai legumi nelle preparazioni.

8. Ora che sono pronti, teneri e ne hai in quantità, puoi utilizzarli nelle tue preparazioni e sbizzarrire la tua fantasia!

– Usa quelli che ti servono per la tua ricetta

– Una volta a temperatura ambiente, conserva quelli che avanzano in frigorifero insieme all’acqua di cottura (nella pentola oppure in un contenitore a chiusura ermetica)
 
Per preparare le lenticchie valgono tutti i passaggi della cottura, senza il tempo di ammollo.
legumi

Quali legumi, dove comprarli, come e quando usarli?

Puoi scegliere tra una un’ampia varietà di legumi, ognuna con un sapore e caratteristiche uniche: ceci, lenticchie, fagioli dell’occhio, cannellini, borlotti, azuki per nominare i più conosciuti.

Si trovano in tutti i supermercati, nei negozi di alimenti biologici, di frutta e verdura, online…
Sono ottimi in inverno ma in generale tutto l’anno: tutto dipende da come li cuoci, li abbini e li utilizzi. La loro versatilità è incredibile!

Puoi trovare le mie ricette con legumi qui:

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment*

Name*

Website