fbpx
Rubrica

Fagiolini: legumi, verdure o entrambi?

Quando inizio a vedere i fagiolini sul bancone del fruttivendolo non resisto…
e so che l’inverno è finito!
 
I fagiolini, infatti, sono tipici della stagione primaverile ed estiva e ideali per tantissimi gustosi piatti caldi e freddi.

Ma cosa sono esattamente?

Il loro aspetto potrebbe ingannare e farci pensare che siano verdure…
Invece sapevi che dal punto di vista botanico i fagiolini sono legumi?
 
Già nel nome ce lo dicono: infatti sono “piccoli fagioli” che non hanno ancora completato il periodo di maturazione.
 
La differenza rispetto agli altri legumi è che non consumiamo solo la parte interna (i semi, quindi il legume) ma anche la parte esterna (il baccello).
 
Per questo, rispetto ai tradizionali legumi, hanno meno calorie, carboidrati e proteine ma più acqua e più fibre

Come scegliere i fagiolini?

Ne esistono più varietà a seconda del colore e della forma ma quelli più comuni sono verdi, lunghi, più o meno sottili.
 
Per essere buoni devono essere freschi. Riconoscerli sarà molto semplice:

– alla vista il colore deve essere verde brillante (senza macchie scure)
 
– al tatto devono risultare sodi e pieni

Come pulire i fagiolini?

E’ molto semplice, occorre solo pazienza perché vanno puliti uno ad uno!
 
Personalmente, acquistando sempre fagiolini freschi, teneri ed in stagione, per pulirli elimino semplicemente le due estremità usando un paio di forbici.
 
Questo è anche ciò che ho sempre visto fare a mia mamma e a mia nonna quando li preparavano.

C’è anche chi preferisce eliminare una parte filamentosa presente nel baccello (che può essere più o meno dura)…
In questo caso, con un coltello stacca il picciolo e tira verso l’esterno per togliere il filo “legnoso” che percorre il baccello.
 
Per lavarli, io li lascio immersi in una boule con acqua fredda per 10-15 minuti, strofinandoli di tanto in tanto con le mani.
 
A questo punto, scolati, sono pronti per la cottura!

Come cuocere i fagiolini?

Segui l’esempio delle verdure: cottura veloce per mantenere vive le loro proprietà!
 
La mia cottura preferita è quella al vapore: richiederà circa 15 minuti.
 
Oppure li puoi cuocere in acqua leggermente salata:
 
Fai bollire 2-3 dita d’acqua in una ampia pentola e aggiungi i fagiolini. 
Cuoci a fuoco medio-alto, coperto, mescolando di tanto in tanto.
 
Ci vorranno 8-10 minuti al massimo. 
Una volta cotti, scola subito i fagiolini.
 
Non buttare l’acqua di cottura! Utilizzala per altre preparazioni, un minestrone o per cuocere riso o un altro cereale.
 
Qualsiasi cottura tu decida di usare, mantieni i fagiolini leggermente “croccanti” e di colore brillante.
 
Ora sono pronti per le tue preparazioni!
 
A me piacciono semplici e naturali, conditi con olio di riso e aceto di mele, accompagnati a un piatto di riso o grano saraceno e una manciata di mandorle.
Ma il mio abbinamento preferito è un altro… e lo scoprirai la prossima settimana nel nuovo articolo con nuova ricetta 🙂
Francesca tori newsletter

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita: