fbpx
Rubrica

Carote: come sceglierle (tra le numerose forme e varietà), pulirle e utilizzarle in cucina

carote
Tutti conosciamo questo ortaggio.

E’ quasi sempre presente nei nostri frigoriferi perché:

– si trova tutto l’anno e in qualunque supermercato o fruttivendolo

– è semplice da pulire

– ha un sapore delicato che accontenta (quasi) tutti

– è molto versatile e si presta a un numero quasi infinito di preparazioni…
 

Tuttavia, per quanto possa sembrare semplice, non sempre è facile scegliere le carote, che siano fresche, croccanti e dal sapore dolce.

Nell’articolo di oggi ti svelo i miei consigli per l’acquisto…

E, in caso ti ritrovassi con carote invecchiate e imbruttite nel frigorifero, magari dal sapore un po’ “legnoso”, ti spiegherò come utilizzarle al meglio senza doverle buttare o rovinare un piatto.

Iniziamo da come scegliere le carote!

I sensi da utilizzare nella scelta sono la vista e, se possibile, il tatto.

Il colore delle carote deve essere sgargiante, senza macchie scure sulla parte esterna.
Al tocco devono risultare sode, non “molli”.

Se di solito fai la spesa al supermercato, le troverai confezionate o al massimo sfuse.
Se possibile, ti consiglio di prenderle sfuse

carote


Questo ha due vantaggi:

  1. puoi sceglierle una ad una, evitando di trovare brutte sorprese
  2. eviti l’involucro di plastica, preservando il gusto e aiutando anche l’ambiente
Se fai la spesa dal fruttivendolo o direttamente da un’azienda agricola, oltre che sfuse puoi trovare le carote “col ciuffo”: cioè a mazzetti insieme alle loro foglie.
In questo caso, controlla che il ciuffo sia di colore verde brillante, significa che sono fresche.

Queste carote sono ottime e di solito dolcissime, molto adatte consumate crude, in pinzimonio, a julienne o in insalata. 

Quale forma e dimensione?

Avrai notato che forma e grandezza delle carote variano spesso.
Questo non condiziona la freschezza o bontà del prodotto…

Tuttavia, io preferisco scegliere le carote di misura piccola o media, soprattutto se le mangio crude o se le utilizzo al naturale (per esempio cotte al vapore).

Può capitare che il fruttivendolo a volte metta nel sacchetto qualche carota più grossa… 
Oppure che una partita di carote acquistate sia più legnosa o amarognola

In questi casi, le tengo da parte e le utilizzo come base per brodi, sughi o preparazioni dalla lunga cottura.
Insomma, le uso per preparazioni in cui la carota non è protagonista ma, insieme agli altri ingredienti, non condizionerà il sapore dell’intero piatto.

Quale colore?

carote

Quando pensiamo alle carote ci viene in mente il colore arancione ma…
Esistono carote di colore bianco, giallo, rosso e viola.

La carote viola sono per noi una novità che genera curiosità…
Tuttavia migliaia di anni fa erano l’unica varietà di carote disponibile, coltivate nell’antico Egitto, Iran, Afghanistan e Pakistan.
Oggi questa varietà è stata recuperata ed è molto pregiata.

Personalmente sono molto affezionata alla carota arancione a cui siamo abituati, che utilizzo moltissimo insieme a sedano e cipolla come base per brodi e ragù vegetali…

Ma ad ogni colore corrispondono anche proprietà nutrizionali diverse e quindi è un’ottima idea sperimentare e utilizzare anche le altre varietà.

Come pulire e utilizzare le carote?

Pulirle è molto semplice:
Togli le due estremità e sbucciale con un pelapatate, poi sciacquale sotto l’acqua.
carote
Se acquisti carote bio, puoi evitare di sbucciarle.
Basta pulire bene la buccia con uno spazzolino sotto l’acqua corrente per eliminare tutti i residui di terra.

Come ti dicevo, questo ortaggio è davvero versatile e adatto per tantissime preparazioni, crude e cotte.

Vediamone alcune:

1. Intere o tagliate per il lungo, sono un ottimo spezza-fame o antipasto.
Magari in pinzimonio, “tocciate” in un bicchierino con olio e sale.

2. Tagliate a julienne con l’apposita grattugia, arricchiscono una bella insalata.
Condita con gomasio, olio di riso, aceto balsamico  e semi di girasole.

carote

3. Tagliate a cubetti e cotte al vapore, da sole o insieme ad altre verdure, sono un contorno delizioso o un condimento colorato per il tuo cereale preferito.

4. Tritate insieme a sedano e cipolla, diventano una base profumata e gustosa per sughi o ragù vegetali. Leggi il mio articolo su come preparare il mio sostituto del “soffritto” (leggero e non fritto!)

carote
A presto… 
Con nuovi contenuti e consigli per mantenerti in forma, con gusto!
Francesca tori newsletter

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment*

Name*

Website