fbpx
Diario

Aceto Balsamico. Si o no?!?

acetebalsamico
Oggi parto subito dal rispondere alla domanda: sicuramente sì!
Ma dipende da quale.

C’è aceto balsamico che utilizzerei quotidianamente.
E aceto balsamico che mai acquisterei.
 
La scorsa settimana sulla mia pagina Facebook ti ho introdotto l’argomento su questo prodotto, di come viene prodotto e della grande differenza tra:
aceto balsamico
aceto balsamico tradizionale

(Ti consiglio di leggere il post prima di continuare con l’articolo se ti interessa l’argomento)


Qualche anno fa ho lavorato in una Acetaia a Modena dove ho potuto imparare, osservare e scoprire i segreti dell’autentico aceto balsamico!

Non solo..
Turisti da tutto il mondo venivano in visita…gli spiegavo il processo di produzione e mostravo il magico luogo dove avviene l’invecchiamento.

Grazie a questa esperienza ho potuto constatare che
nonostante questo prodotto sia così famoso, è in realtà sconosciuto per quanto riguarda cosa è, come è fatto, come si usa.

Ciò mi spinge oggi, attraverso il mio progetto, a condividere queste preziose informazioni con te, in modo che tu possa acquistare e utilizzare questo ingrediente con maggior consapevolezza.

Aceto balsamico: quale acquistare?

aceto balsamico

Nel mio post ti ho spiegato che l’aceto balsamico che trovi generalmente nei supermercati (a cifre abbastanza economiche) è una preparazione più commerciale/industriale, a base principalmente di aceto di vino, con aggiunta di mosto d’uva e spesso altri ingredienti (coloranti, caramello…).

Invece, l’aceto balsamico tradizionale si trova solo in negozi di specialità gastronomiche ed è molto costoso…
Si tratta infatti di un liquido prezioso, invecchiato almeno 12 anni o addirittura 25 anni!

E’ artigianale, certificato DOP, e può essere prodotto solo in una limitata zona del mondo (Modena e Reggio Emilia) solo con mosto di uve locali e autoctone.

Per il mio uso quotidiano, io non uso né uno né l’altro…
Ma un “compromesso” tra i due, che rispetti la qualità ma anche il portafoglio.

Trovarlo non è semplice ma di seguito di suggerisco alcuni punti fondamentali per fare la tua ricerca:

1. Il primo passo è leggere l’etichetta.
La cosa migliore è se nella lista degli ingredienti ne trovi solo uno: il mosto d’uva cotto.

Oppure due al massimo: mosto d’uva cotto e aceto di vino.
In questo caso, il mosto d’uva deve essere il primo ingrediente della lista -quindi quello con la percentuale maggiore- e l’aceto di vino il secondo.

2. Non cercarlo al supermercato ma in negozi di specialità gastronomiche.
Oppure su internet direttamente sul sito di una Acetaia di Modena o Reggio Emilia.

Una migliore garanzia la puoi avere controllando se il produttore produce 
anche aceto balsamico tradizionale DOP.

3. Non focalizzarti sul nome aceto balsamico.
Per legge questi condimenti (che io chiamo “compromessi”) hanno nomi di fantasia dati dal produttore perchè non possono essere chiamati né aceto balsamico né aceto balsamico tradizionale.
Quindi mantieni il focus sul punto 1 e 2.

4. Attento al prezzo!
Non è un prodotto economico e se lo è non sarà il prodotto di cui ti sto parlando.
Non lo acquisterai a pochi euro come quello del supermercato perchè richiede ingredienti e tempo che hanno un valore.
Ma non costerà nemmeno come quello tradizionale DOP che va dai 50-60 euro in su.

Aceto balsamico: dove e come utilizzarlo?

aceto balsamico

Se pensi che l’aceto balsamico serva solo per condire l’insalata…rimarrai sorpreso!

Questo uso vale per quello del supermercato in quanto ha come ingrediente principale l’aceto di vino…

Ma se acquisterai il condimento balsamico a base di solo mosto d’uva cotto, invecchiato nelle botti, potrai sperimentarne tantissimi usi!

Su pasta, riso, insalate, frutta, gelato (prova il mio gelato senza latte e senza zucchero
), vellutata di verdure (provalo sulla mia vellutata di cannellini e finocchi), verdure crude, al vapore o grigliate…

Sarà un’esplosione di sapori per il palato!

Consiglio finale!

Usa questo condimento sempre a crudo e alla fine (non va mai cotto altrimenti perde il suo sapore).
Una piccola quantità ti basterà per regalare un tocco speciale ai tuoi piatti!

Francesca tori newsletter

Desideri far parte della mia cerchia ristretta e scoprire ogni mese materiale inedito riservato e in esclusiva?

Iscriviti alla mia Newsletter!

Inoltre riceverai subito come regalo di benvenuto la mia Guida con i 10 consigli pratici per iniziare la giornata con Energia e Positività!

Visita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment*

Name*

Website